Da non perdere
Home / Primo piano / SANITA’ : ALLARME PER IL REPARTO DI ANESTESIA E RIANIMAZIONE DELL’OSPEDALE DI LANUSEI E PER L’ELISOCCORSO

SANITA’ : ALLARME PER IL REPARTO DI ANESTESIA E RIANIMAZIONE DELL’OSPEDALE DI LANUSEI E PER L’ELISOCCORSO

La Cisl territoriale esprime fortissima preoccupazione per le gravi carenze di personale che si stanno registrando nel reparto di anestesia e rianimazione del nostro presidio ospedaliero. A fronte di quattordici medici previsti in pianta organica, al momento sono presenti soltanto nove figure. Tra queste, si registrano richieste di mobilità verso altri presidi ospedalieri pubblici e un dimissionario che passerà alla sanità privata. Su quest’ultimo punto si fa presente che le strutture private che contendono medici al servizio pubblico ( offendo migliori retribuzioni e condizioni di lavoro ) sono lautamente finanziate dal pubblico stesso, che anziché investire per garantire il diritto alla salute in tutta l’ Isola regala risorse alle stesse. «Il reparto di anestesia e rianimazione è il cuore del nostro presidio ospedaliero – afferma in una nota stampa il segretario territoriale CISL Michele Muggianu – Se andasse in sofferenza, non sarebbero a rischio soltanto gli interventi chirurgici programmati dalle sale operatorie ma anche l’attività della rianimazione ( per sua natura non programmabile e salvavita ). I sei posti letto di rianimazione nel nostro presidio sono mediamente sempre occupati. Ci chiediamo quindi quanto tempo si debba attendere per la firma della delibera da parte della A.o.u. di Sassari che sblocchi almeno i consulenti ( soluzione non risolutiva ma necessaria)». «Ci chiediamo inoltre – conclude Muggianu – Sul tema della sicurezza che tempi si debbano ancora attendere per vedere la firma della convenzione tra Areus e Vigili del Fuoco che consenta agli elicotteri di operare sulle ventiquattro ore. Si attende forse che qualche ogliastrino perda la vita e che si mettano in moto le Procure?».